News

News
La Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia

Siamo onorati di annunciare la nostra nuova collaborazione con la Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia.

La Biblioteca Nazionale Marciana è una delle prime biblioteche e depositi pubblici sopravvissuti per i manoscritti in Italia, oltre a contenere una delle più grandi raccolte di testi classici al mondo. Prende il nome da San Marco, il Santo patrono di Venezia, è rinomata come la biblioteca dove ogni musicologo che vuole studiare l’opera barocca vuole andare a lavorare. È un vero e proprio gioiello di per sé.

Il Dr Stefano Campagnolo, Direttore della Biblioteca Nazionale Marciana ha commentato: “Penso che l'iniziativa del Teatro San Cassiano possa essere sintetizzata con un solo termine: straordinaria. Venezia ha certamente bisogno di uno strumento come il teatro che Dr Atkin immaginato. Sarebbe bellissimo, inoltre, per la Biblioteca Nazionale Marciana, avere un luogo dove le preziosissime partiture manoscritte comprese nei nostri fondi (e particolarmente fra i manoscritti Contarini) possano essere rappresentate, soprattutto con esecuzioni storicamente consapevoli.”

ll nostro Amministratore Delegato, Paul Atkin, ha spiegato: “La Marciana è rinomata come una delle più grandi fonti al mondo per libretti e manoscritti, in cui giacciono nascoste opere di bellezza scritte dai più grandi poeti e compositori di altri tempi. Sarà il sogno di una vita lavorare con il Direttore Stefano Campagnolo per riportare questi tesori inestimabili sul palco e ancora una volta dargli vita. È questo lo scopo per cui il Teatro San Cassiano deve esistere. È anche significativo perché approfondisce ulteriormente il nostro crescente legame con Venezia e le sue principali istituzioni, che a loro volta aumentano il nostro obbligo di servire questa miracolosa città in tutto ciò che facciamo per rendere il Teatro San Cassiano ancora una volta parte della vita veneziana.